OneDrive: Microsoft riorganizza il suo cloud, gratis solo 5GB

Satya Nadella è il CEO di Microsoft. OneDrive è il servizio di archiviazione di Microsoft. Il numero degli utenti della piattaforma Office sta crescendo, cresce il numero di chi usa lo spazio OneDrive per archiviare i propri file.
In una delle sue prime conferenze stampa, e anche nella prima e-mail ai dipendenti², l’ Amministratore Delegato ha definito il nostro mondo come quello del:

“mobile first, cloud first”

In effetti, ormai, i documenti vengono consultati sempre più in mobilità e non c’è bisogno di averli lì, sul telefono, li hai nel cloud!

Basti pensare alle applicazioni Office Online, che permettono di usare la suite in maniera gratuita (seppur con qualche piccola limitazione) da web e dispositivi con schermi non superiori ai 10,1 pollici

– cioè quelli che ci portiamo appresso –

E’ chiaro quindi che Microsoft si sta muovendo in questo senso, sui servizi online, (magari a scapito dei prodotti) fatto sta che sempre più persone usano lo spazio di archiviazione di Microsoft e proprio ieri Microsoft ha annunciato, tramite il team OneDrive che la piattaforma sta per essere “ristrutturata“.

Mobile-first, cloud-first!

” We’re making changes to OneDrive storage plans for consumers and are committed to making this transition as smooth as possible.

Since we started to roll out unlimited cloud storage to Office 365 consumer subscribers, a small number of users backed up numerous PCs and stored entire movie collections and DVR recordings.”

  Da <https://blog.onedrive.com/onedrive_changes/>

Inizia così il comunicato ufficiale che annuncia il ridimensionamento e dello spazio di archiviazione virtuale che Microsoft riserva ai suoi clienti.
(link all’articolo del Team OneDrive)

“…un piccolo numero di utenti ha effettuato back up di numerosi computer e immagazzinato intere raccolte filmografiche…” – e ancora – “…in alcuni casi sono stati superati i 75 TB per utente…”

Insomma, sembra che per colpa di alcuni utenti, Microsoft sta per cambiare il modo in cui potremo archiviare dati sulla sua piattaforma…
e per cambiare, intendo “meh“.

Al momento, e ancora per poco, ogni utente ha a disposizione 15 GB di spazio virtuale gratuito per mettere tutto ciò che vuole. Ma siccome Microsoft intende “rimanere concentrata nel fornire una esperienza di produttività e collaborazione di alto valore per la maggior parte degli utenti OneDrive” e non favorire i simpatici raccoglitori di praticamente qualsiasi cosa, se arrivi a 75 TB, presenta il suo piano di ristrutturazione.

OneDrive: ecco i cambiamenti:

  • Niente più offerte di spazio di archiviazione illimitato a chi sottoscrive un abbonamento a Office 365 Home, Personal o per studenti universitari. Da adesso questi abbonamenti includeranno 1 TB di spazio di archiviazione.
  • I piani da 100 GB e 200 GB non saranno più disponibili per i nuovi utenti e saranno sostituiti da un piano che comprende 50 GB ad un prezzo di $1.99 (oggi 1,83 €) al mese dai primi mesi del 2016.
  • Lo spazio gratuito di archiviazione sarà ridotto da 15 GB a 5 GB per tutti gli utenti. Anche il bonus dei 15 GB del rullino fotografico sarà interrotto (attivato selezionando l’upload automatico delle foto su OneDrive ndr). Questi cambiamenti saranno effettivi all’inizio del 2016.

Senza dubbio l’ultimo punto è quello che maggiormente interessa chi usa OneDrive nella maniera più comune, vediamo infatti una decurtazione di 10 GB a nostro sfavore. Se prima quello spazio era nostro di diritto, adesso dovremo pagare qualora volessimo usarlo.

Il team di OneDrive specifica che prenderà i seguenti provvedimenti per assicurarsi che il cambiamento avvenga nel modo più indolore possibile per i suoi clienti:

  • Se si dispone di un abbonamento Office 365 e si è sforato di 1 TB il limite di archiviazione, si verrà avvertiti dell’eccesso e si potrà continuare ad utilizzare quello spazio per almeno 12 mesi
  • Se si dispone di un abbonamento Office 365 e ci si rende conto che questo non incontri i nostri bisogni, verrà assegnato un rimborso pro-rata. Per saperne di più consultare le FAQ.
  • Se si stanno usando più di 5 GB di spazio di archiviazione gratuito, si potrà accedere ai propri file per almeno 12 mesi dopo l’entrata in vigore di questi cambiamenti, nei primi del 2016. Inoltre, si potrà sottoscrivere un abbonamento a Office 365 Personal, con 1 TB di archiviazione, in maniera gratuita per un anno (è richiesta una carta di credito).
  • I clienti che hanno esclusivamente un piano standalone per l’archiviazione su OneDrive (i piani da 100 o 200 GB) non saranno interessati dai cambiamenti.

Questo era il comunicato del Team di OneDrive, che si conclude ripetendo ancora una volta, la giustificazione dei cambiamenti:

“OneDrive è sempre stato pensato per andare oltre la semplice archiviazione e back up dei file…Questi cambiamenti ci permetteranno di continuare ad innovarci e rendere OneDrive l’opzione migliore per chi vuole essere produttivo e fare di più”.

Mobile-first, cloud-first…. chiaro, no?
Pensate che questa nuova organizzazione del servizio influirà sul vostro modo di utilizzare OneDrive?
Sentitevi liberi di lasciare la vostra opinione.

Annunci

2 thoughts on “OneDrive: Microsoft riorganizza il suo cloud, gratis solo 5GB

Ti va di condividere la tua opinione?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...