OneDrive: Microsoft ci ripensa, “volete i 15GB gratis?”

Circa un mese fa Microsoft ha comunicato di avere un piano per la riorganizzazione dello spazio di archiviazione sul cloud. È stata una vera e propria doccia fredda per tantissimi utenti. Oltre alla rimozione dei piani illimitati, veniva annunciato un riduzione dello spazio di archiviazione disponibile gratuitamente. Abbiamo discusso nel dettaglio i cambiamenti in programma per OneDrive in questo post ma, sintetizzando, possiamo dire che gli utenti avrebbero visto il volume della loro “scatola digitale” ridursi da 15GB a 5GB.

Gli utenti OneDrive hanno alzato la voce:

Forse, però, Microsoft non aveva la minima idea della valanga che da li a poco l’avrebbe travolta. La risposta degli utenti OneDrive è stata, infatti, immediata.

Give us back our storage, una petizione con la quale si chiedeva la restituzione dello spazio di archiviazione, ha ricevuto in poco tempo più di 70 mila voti, obbligando Microsoft a dare risposte (potete consultarla cliccando qui).

Sa da un lato Microsoft resta decisa sulla rimozione dei piani illimitati, dall’altro permetterà agli utenti di continuare a disporre dei 15GB iniziali, più il bonus del rullino fotografico (altri 15GB), riscattabile selezionando l’upload automatico delle foto da smartphone.

Microsoft si scusa, se ci stai batti un colpo:

We realize the announcement came across as blaming customers for using our product. For this, we are truly sorry and would like to apologize to the community.
[…]
We are all genuinely sorry for the frustration this decision has caused and for the way it was communicated. Thank you for sticking with us.

 Da <https://onedrive.uservoice.com/forums/262982-onedrive/suggestions/10524099-give-us-back-our-storage>

Per continuare ad usare il nostro spazio gratuito su OneDrive, però, si deve procedere come segue entro e non oltre il 31 gennaio 2016:

Screenshot (18)
Cliccando su “keep you free storage” potremo specificare che intendiamo tenere i nostri 30GB gratuiti

Questi semplici passaggi permetteranno agli utenti di non essere interessati dai cambiamenti, al termine di queste operazioni saremo avvisati dell’esito positivo.

NB: I nuovi utenti dovranno attenersi al nuovo regolamento, in vigore da gennaio 2016, descritto qui.

Forse questo passo indietro è stato dettato proprio dalla maniera in cui il cambiamento è stato comunicato. Il “mea culpa” di Microsoft e l’impegno per trovare una buona soluzione sono comunque un segnale che la casa di Redmond presta attenzione alle esigenze della sua utenza.

Mi raccomando, c’è tempo fino al 31 gennaio!

Come vedete la mossa di Microsoft, cosa pensate del suo passo indietro?

Sfrutterete la possibilità di continuare ad utilizzare il vostro spazio d’archiviazione gratuito?

 

Fonte: OneDrive

Giuseppe Perri

Annunci

Ti va di condividere la tua opinione?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...